Hotel Verdi Jesolo

Centro Storico di Jesolo

Durante gli anni d’oro della Repubblica Marinara di Venezia, Jesolo conobbe un periodo di grande splendore grazie alla mano di un patrizio veneziano della famiglia dei Soranzo. Egli era proprietario di molte terre della zona e ben presto capii che mancando una chiesa la gente non era invogliata ad abitarvi. Fece così edificare la prima e più importante chiesa, poi dedicata all’attuale patrono della città: San Giovanni Battista. Attorno alla nuova chiesa e alla sua parrocchia si ricostituì il villaggio per favorire l’abitabilità della zona, nacque così il centro storico di Jesolo.

Centro-Jesolo

Il centro storico, chiamato Jesolo Paese è il cuore pulsante di una città che non segue le stagioni. La dinamicità della vita è sempre uguale per tutto l’arco dell’anno, con il mercato in piazza Kennedy che si tiene ogni venerdì mattina, con le feste popolane come quella dell’autunno (metà ottobre), la tradizionale festa dell’Epifania con l’immancabile rogo della befana. E ancora, la festa del patrono di Jesolo San Giovanni Battisti, ove i festeggiamenti si protraggono per quasi tutto il mese di giugno e dove avrete occasione di assaporare anche le prelibatezze tipiche della cucina jesolana. Questo evento strettamente legato alla tradizione, non è mai stato influenzato dal fenomeno turistico degli ultimi decenni ma è rimasto intatto e genuino come tradizione chiede. E’ tutto un mondo da scoprire e che soprattutto lo straniero ci invidia.

Se volete godervi non solo il sole e mare di Jesolo, ma scoprire anche le meraviglie nascoste dal centro storico della città, allora venite a trovarci presso il nostro Hotel Jesolo, situato a pochi passi dalla centralissima Piazza Mazzini. A solo mezz’ora di strada dal centro storico potrete inoltre raggiungere Venezia: una vicinanza che si fa sentire anche da punto di vista paesaggistico. Ed è, infatti, proprio la laguna, con la propria appendice settentrionale, a insinuarsi nel territorio jesolano tra il fiume e le campagne coltivate. Le grandi valli da pesca della laguna nord vegliano sui silenzi di un territorio che oggi si può anche percorrere in mountain bike, grazie ad un itinerario strutturato appositamente per scoprire i rapporti tra le diverse acque che solcano la zona: quelle del fiume – il Sile già Piave vecchia – e quelle della laguna.